Formazione per l'innovazione

E' fondamentale l'acquisizione di competenze informatiche che se fino a ieri non erano essenziali, sono oggi indispensabili per affrontare il cambiamento e non restare indietro.
Cambiamenti veloci ed irreversibili (tecnologici, culturali, normativi, sociali) stanno investendo tutte le pubbliche Amministrazioni dall'esterno e dall'interno, imponendo alle persone capacità non comuni di adattamento e di interazione con l'ambiente.

Già oggi è possibile delineare gli scenari in cui si troverà ad agire il dipendente pubblico di domani. Sempre più al servizio del cittadino, coinvolto con lui in un rapporto paritario e trasparente. Sempre meno vincolato agli adempimenti formali. Nella gestione dei servizi ci si affida anche a gestioni associate: accanto all'impiegato opereranno quindi persone di altri Enti ed altre realtà, impegnate sugli stessi obiettivi. E'  allora necessario saper organizzare, saper creare sinergie fra strutture/culture diverse, saper decidere insieme, saper dare un'impronta manageriale al proprio operare quotidiano.Diventa quindi urgente l'acquisizione di competenze che, se fino a ieri non erano essenziali, sono oggi decisive per affrontare il cambiamento. L'ingresso in questo nuovo mondo, caratterizzato dall'evoluzione continua, non è indolore, specialmente in organizzazioni strutturalmente stabili come sono tuttora quelle degli Enti pubblici.

Ma il fattore decisivo su cui puntare per gestire l'innovazione e farne un trampolino di lancio per ulteriori evoluzioni è costituito proprio dal fattore umano, considerato non tanto come un raccoglitore di informazioni quanto come un organismo complesso capace di sviluppare nuovi equilibri col mondo esterno.Spesso si commette l'errore di trasferire le lezioni universitarie negli uffici degli Enti pubblici: i dipendenti non sono studenti e degli studenti non hanno nè la motivazione, nè la forma mentis, nè le esigenze. Gli studenti seguono i corsi per riprodurre i concetti in sede d'esame, mentre i dipendenti devono trovare il modo di trasferire immediatamente nelle propeie attività lavorative ciò che hanno appreso. E' necessario quindi, organizzare i corsi in modo da evidenziare il più possibile i vantaggi pratici derivanti dall'utilizzo degli strumenti informatici insegnando loro come approciare le attività quotidiane in modo diverso e sicuramente più produttivo.